Il blog di odontoiatria Dott. Trubiani

Il blog di odontoiatria Dott. Trubiani > la visita gnatologico posturale 2 parte

la visita gnatologico posturale 2 parte

diagnosi differenziale delle patologie occlusali

Share on Facebook
Tweet
Terminata la palpazione muscolare e delle articolazioni si ha un primo quadro della situazione.La linea mediana devia in chiusura o in apertura?Se è centrata in occlusione e devia in apertura è probabile che ci sia uno squilibrio muscolare ad origine periferica.Se devia in chiusura è probabile che la causa sia occlusale.I test neuromuscolari che suggerisco sono tre.Test degli intrarotatori.Ci indica se lo squilibrio è ascendente o discendente nella statica.Test di fukuda.Ci indica se questo squilibrio interferisce con la dinamica.Si valuta con e senza rullini di cotone in bocca e si osserva la variazione dello spin (rotazione del corpo).Test degli indici,valuta la funzionalità del riflesso oculocefalogiro e mette in relazione denti,occhi e cervicale.I test kinesiologici interrogano il corpo in maniera più selettiva e ci consentono di affinare la ricerca.Infine la pedana stabilometrica,con e senza rullini in bocca(test di messermann).Si osservano 3 fattori.La variazione della distribuzione del carico,l'asse di rotazione passant per il baricentro, e la variazione o meno della superficie d'appoggio.La normalizzazione deve essere globale altrimenti i dati vanno interpretati.Ad esempio può darsi che con il test di messermann la distribuzione del carico migliori ma peggiora la rotazione dell'asse e la superficie d'appoggio.Solo unattenta riflessione su tutti questi dati ci potrà dire se e quanto il bite avrà possibilità di successo terapeutico.
Il blog di odontoiatria Dott. Trubiani > la visita gnatologico posturale

la visita gnatologico posturale

dai denti al corpo e viceversa

Share on Facebook
Tweet
L'occlusione è un sistema estremamente rigido e poco adattabile,al contrario dei piedi.Nasce come organo masticatorio ma nel corso dell evoluzione ha assunto un ruolo importante anche nella strategia posturale individuale.Il motivo risiede nella sua posizione simmetrica a livello craniale,con un punto di riferimento rigido che è l'arcata superiore  ed uno mobile,la mandibola.Questa è poi in diretto contatto con tutte le catene muscolari e fasciali discendenti.Qualunque scompenso occlusale invia imput al corpo ma allo stesso modo qualunque scompenso posturale invia imput all'apparato masticatorio.Si parla troppo spesso di bite come soluzione a problemi delle articolazioni temporo-mandibolari o a problemi d'instabilità posturale,cervicalgie,cefalee ecc.ma stabilire in che misura i denti siano responsabili di quel corteo di sintomi è importante per non svolgere terapie lunghe e non efficaci.La sequenza che indico è fatta di test clinici di natura neuromuscolare e kinesiologica.Gli esami stabilometrici con pedana ed elettromiografici tramite teethan ,od altra strumentazione devono essere intesi ad integrazione ed ottimizzazione della fase clinica,che se ben eseguita,è preponderante.La fase iniziale è quella classica della visita gnatologica,seguono i test neuromuscolari,quelli kinesiologici ,infine gli strumentali.Mi preme sottolineare come il bite non è solo mezzo terapeutico bensi anche diagnostico.Nel prossimo articolo mi soffermerò sull'utilizzo dei test e delle preziose informazioni che ci forniscono.